• L’Unione delle Province della Toscana è l’Associazione che rappresenta tutte le Province della Toscana, ed è parte integrante dell’Unione Province d’Italia (UPI)

News

Indietro

Mobilitazione delle Province

Sindaci, dirigenti scolastici e associazioni di categoria sottoscrivono il documento che il Presidente della Provincia ha indirizzato al Prefetto di Siena

 

Premesso che

- le Province si trovano ad affrontare una situazione finanziaria gravissima e, per certi versi, paradossale anche sul piano istituzionale
- a fronte dei compiti che proprio la legge 56/14 ha volutamente riconosciuto in capo alle Province a tiolo meramente esemplificativo e non esaustivo :
• la costruzione e gestione delle strade provinciali;
• la gestione dell’edilizia scolastica per le scuole secondarie superiori;
- le Province si trovano a dover dichiarare la loro “impotenza”, non certo per cattiva volontà o imperizia tecnico-amministrativa, ma solo e soltanto per la carenza delle risorse finanziarie.

Considerata la grave situazione di squilibrio finanziario che si è determinata in ragione di quanto le Province sono chiamate a “riversare” allo Stato nel 2017.

Appreso che, per quanto nello specifico riguarda la Provincia di Siena la situazione di squilibrio prevista per l’anno 2017 è la seguente:

ENTRATE (stima 2017)  
Imposta Rcauto                                             10.000.000,00
Importa Prov. Trascrizione IPT                          8.000.000,00 
Addizionale rifiuti                                             2.350.000,00 
fondo sperimentale riequilibrio (eventuale)            268.191,39 
Altre entrate                                                  11.081.808,61
Totale                                                           31.700.000,00
 
OBBLIGO DI RIVERSAMENTO ALLO STATO   
l.n.190/2014  anno 2016                                   13.536.286,93
d.l. 66/2014 art. 19 costi politica                             707.637,47 
dl 66/2014 art. 47 spending                                4.158.514,18 
fondo sperimentale riequilibrio (in caso di incapienza) anno 2017 = 
Totale                                                              18.402.438,58 
 
 
SPESA PER FUNZIONI FONDAMENTALI                 22.597.561,42
 

SQUILIBRIO                                                           9.300.000,00

Uno squilibrio che rende impossibile assicurare l’effettivo esercizio delle funzioni affidate a questa Provincia, con la conseguenza di incidere profondamente in negativo non tanto sulla qualità delle prestazioni, quanto ancor prima sulla possibilità stessa di svolgere i compiti ad essa assegnate, con gravi conseguenze sulla cittadinanza che pure ha diritto ad avere strade e scuole sicure.

Evidenziando che 
- la Provincia di Siena ha oggettive difficoltà a gestire i 1682 Km di strade provinciali e regionali a suo carico, per i quali servirebbero 11 milioni di euro l’anno per la manutenzione ordinaria;

- il sostanziale  dimezzamento del personale per il trasferimento forzoso delle funzioni aggravato dal divieto di procedere al “turn over” dello stesso con particolar riferimento   al personale tecnico-manutentivo  da adibire a  servizi strategici quali strade e ed edilizia sco-lastica; 

- per recuperare le numerosissime frane presenti sul territorio,  i  2 ponti crollati e le strade chiuse è necessario un  piano di investimenti straordinari di 25 Milioni in 3/5 anni;
- la Provincia di Siena gestisce  24 plessi scolastici con circa 11300 studenti e che emergono criticità ed emergenze sulla manutenzione dei suddetti edifici, ordinaria e straordinaria, a partire dall’adeguamento alle norme antincendio o alla acquisizione dei certificati di agibilità statico/sismica.

Considerato che
- i fatti su illustrati e la mancata previsione di un adeguato finanziamento delle Province, costituiscono una violazione dell’art. 119 della Costituzione, nonché del principio di buon an-damento della Pubblica Amministrazione di cui all’art. 97 della Costituzione;
- ciò comporta gravi danni non soltanto alla Provincia,  quale potrebbe non essere in grado, come spiegato, di far fronte alle proprie specifiche funzioni istituzionali, ma a tutti i cittadini, in termini di sicurezza

Nel sottoporLe la questione ,  chiediamo  che:

 il Governo prenda atto della drammatica situazione delle province italiane e che intervenga quanto prima per ricercare le risorse minime, a partire dalla lotta all'evasione fiscale, ma necessarie affinché le province italiane possano svolgere le proprie funzioni, così fondamentali per il territorio e per la sicurezza dei cittadini e degli studenti.
Si impegni a procedere ad una totale revisione della Legge n.56 del 2014 - Legge Delrio- affinché le funzioni delle Province abbiano adeguate risorse occorrenti all’adempimento di tali funzioni.

DOCUMENTO SOTTOSCRITTO DA:

Fabrizio Nepi – Presidente Provincia di Siena
Susanna Cenni  - Parlamentare
Simone Bezzini – Consigliere Regione Toscana
Stefano Scaramelli – Consigliere Regione Toscana
Bruno  Valentini – Sindaco Comune di Siena
Fabrizio Tondi – Sindaco Comune Abbadia San Salvatore
Paolo Bonari – Sindaco Comune Asciano
Paolo Montemerani – Sindaco Comune Buonconvento
Piero Pii – Sindaco Comune di Casole d’Elsa
Marcello Bonechi – Sindaco Castellina in Chianti
Fabrizio Nepi – Sindaco Comune Castelnuovo Berardenga
Claudio Galletti – Sindaco Comune Castiglione d’Orcia
Eva Barbanera – Sindaco Comune Cetona
Andrea Marchetti – Sindaco Comune Chianciano Terme
Luciana Bartaletti – Sindaco Comune Chiusdino
Juri Bettollini – Sindaco Comune Chiusi
Michele Pescini – Sindaco Comune Gaiole in Chianti
Andrea Rossi – Sindaco Comune Montepulciano
Raffaella Senesi – Sindaco Comune Monteriggioni
Gabriele Berni – Sindaco Comune Monteroni d’Arbia
Sandra Becucci – Sindaco Comune  Monticiano
Fabiola Parenti – Sindaco Comune Murlo
Luigi Vagaggini – Sindco Comune Piancastagnaio
Fabrizio Fe’ – Sindaco Comune Pienza
David Bussagli – Sindaco Comune Poggibonsi
Pier Paolo Mugnaini – Sindaco Comune Radda in Chianti
Francesco Fabbrizzi – Sindaco Comune Radicofani
Emiliano Bravi – Sindaco Comune Radicondoli
Emiliano Spanu – Sindaco Comune Rapolano Terme
Paolo Morelli – Sindaco Comune San Casciano dei Bagni
Giacomo Bassi – Comune San Gimignano
Valeria Agnelli – Sindaco Comune San Quirico d’Orcia
Francesco Landi – Sindaco Comune Sarteano
Riccardo Agnoletti – Sindaco Comune Sinalunga 
Giuseppe Gugliotti – Sindaco Comune Sovicille
Giacomo Grazi – Sindaco Comune Torrita di Siena
Roberto Machetti – Sindaco Comune Trequanda
Massimo Bianchini – Consigliere Provincia di Siena
Davide Micheli – Consigliere Provincia di Siena

Claudio Guggiari – Segretario Generale  CGIL Siena
Sandro Santinami – Segretario Generale  UIL Siena
Vincenzo Brancaglione – Segretario Generale  CISL Siena - Grosseto
Luca Marcucci – Presidente CIA Siena
Gianluca Cavicchioli – Direttore Confagricoltura Siena
Daniele Pracchia – Direttore Generale Confcommercio Imprese per l’Italia – Provincia di Siena
Mauro Fabbrini – Responsabile CTL di Siena Confcooperative Toscana Sud

Valeria Bertusi – Dirigente Scolastico Istituto di Istruzione Superiore “G. Caselli” Siena
Salvatore Di Costanzo – Dirigente Scolastico dell’I.I.S. “P. Artusi” Chianciano Terme 
Alfredo Stefanelli – Dirigente Scolastico Istituto “S. Bandini” Siena
Marco Mosconi – Dirigente Scolastico “Licei Poliziani” Montepulciano
Tiziano Neri – Dirigente Scolastico Istituto Superiore “Bettino Ricasoli” Siena –
Sandra Fontani – Dirigente Scolastico dell’I.I.S. E.S. Piccolomini Siena
Luca Guerranti – Dirigente Scolastico Liceo Statale “Alessandro Volta” Colle Val d’Elsa 
Marco Parri – Dirigente Istituto Statale “San Giovanni Bosco “ Colle Val d’Elsa

 

Fonte: sito Provincia di Siena 08/05/2017

Aree Tematiche Correlate

  • Legge n.56 del 7 aprile 2014

Riordino Province e Istituzione Cittá Metropolitane

Vedi Area

Filtra le news

Archivio News antecedenti al 2014